Biglietto:
gratuito

Il Museo venne fondato nel 1965 dal Sen. Avv. Aldo Rossini grazie alla generosità di enti e privati di tutta la Provincia. Dopo un periodo di degrado susseguente la scomparsa del fondatore, il Museo venne recuperato nel 1995 dai volontari delle Associazioni Combattentistiche d’Arma novaresi che ne assicurano il funzionamento e la sorveglianza nel periodo d’apertura.

Percorso museale suggerito:

Giardino: nel giardino sono presenti cimeli di guerra dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica in ricordo dei Caduti di tutte le guerre.

Atrio: l’Atrio è dedicato al fondatore Sen. Aldo  Rossini con un dipinto di Walter Molino raffigurante un Fante della Grande Guerra nell’atto di lanciare il monito “NON DIMENTICATECI”.

Salone: Qui sono esposte le testimonianze in ordine cronologico riguardanti personaggi storici e combattenti, sia sconosciuti che illustri, di Novara e Provincia.

Armeria: in questa sala sono raccolte armi bianche e da fuoco a partire dalla Battaglia di Novara 23 Marzo 1849 fino alla seconda guerra mondiale.

Archivio: in questa sala vi trova  posto l’archivio con libri e periodici a carattere storico  militare, documenti personali, fotografie e corrispondenza dei combattenti novaresi, nelle varie epoche.

La consultazione del materiale può essere richiesta ai responsabili del Museo. E’ possibile prenotare visite guidate, per scolaresche e gruppi in qualunque giorno feriale del periodo di apertura contattando i responsabili del Museo.